Secondo il Organizzazione mondiale della sanità, l'ostetrica è il professionista indicato per partecipare a una consegna normale. Lo riceverai una volta che sarai stato ammesso al centro medico, farai firmare i moduli richiesti e ti metterà nella stanza di dilatazione, dove monitorerai la tua progressione attraverso gli esami vaginali che ritieni necessari, e il benessere fetale e le dinamiche uterine con i corrispondenti record cardiotocografici esterni ed interni. Inoltre, valuterà se devi rompere l'acqua, e metterà un modo che servirà a somministrare antibiotici o ossitocina se ne hai bisogno.

L'ostetrica svolge anche un'altra funzione essenziale: è incaricata di dare incoraggiamento, consigli, supporto e chiarire tutti i tuoi dubbi se li hai avuti. Inoltre, se lo chiedi, ti dirà come rilassarti e respirare per sentirti meglio.

Il compito dell'ostetrica nella sala parto

Una volta che la dilatazione è completa (10 cm), e se tutto va bene, verrai trasferito nella sala parto (anche se in alcuni casi tutto è fatto nello stesso posto), dove la stessa ostetrica ti dirà quando e come spingere, e tu praticherà un'episiotomia se lo riterrà opportuno. Quindi estrarrà il tuo bambino, che ti posizionerà sopra e pizzicherà e taglierà il cordone ombelicale. Successivamente, controllerà il canale del parto e chiuderà con i punti il ​​possibile taglio o strappo.

Il suo lavoro non è ancora finito: finendo l'espulsione, arriva la fase di parto, nella quale avviene il distacco e l'espulsione della placenta, che controllerà attentamente per assicurarsi che sia integra, così come le membrane.

Già nella sala di risveglio, dove rimarrai un paio d'ore dopo il parto, l'ostetrica spiegherà come allattare il bambino e rivedere i tuoi progressi.

Chi è l'ostetrica Zen (Ottobre 2019).